La tragedia delle grandi potenze.pdf

La tragedia delle grandi potenze PDF

John J. Mearsheimer

Nel grande scacchiere della politica internazionale, ogni volta che una potenza ambisce allegemonia regionale le altre si coalizzano per contrastarla. La guerra è uno degli esiti più probabili del bilanciamento dei poteri globali e gli Stati devono essere sempre pronti a combatterla. È questa la tragedia delle grandi potenze raccontata da John Mearsheimer che, con questo studio, si è affermato come uno dei più autorevoli politologi al mondo. Il realismo offensivo qui elaborato è a sua volta uno dei modelli teorici più accreditati nello studio e nella comprensione delle dinamiche in atto nelle relazioni tra Stati. In questo saggio, considerato tra i grandi classici sui temi della politica internazionale, Mearsheimer usa gli strumenti dello storico e del politologo per consegnare una profonda riflessione sullinevitabilità della guerra, resa evidente dal perdurare e dallinasprirsi dei conflitti nel trentennio seguito alla caduta del Muro di Berlino e alla fine della Guerra fredda. La presente edizione è arricchita da un nuovo capitolo sullascesa della Cina, precedentemente inedito in italiano, in cui lautore si interroga sulle possibilità che essa avvenga senza conflitti.

15 set 2014 ... ... forse, la tragedia della Guerra del Pacifico si sarebbe potuta evitare. ... recuperando terreno nei confronti delle grandi potenze occidentali. 26 set 2019 ... ... costitutivo delle politiche di sicurezza di gran parte delle grandi potenze. Non a caso più della metà della popolazione mondiale vive in Paesi ...

9.95 MB Dimensione del file
9788861054172 ISBN
Gratis PREZZO
La tragedia delle grandi potenze.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.caprotection.com.au o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Se le grandi potenze continuano a cercare soluzioni solo nel campo della scienza e della tecnologia, il risultato sarà quello di peggiorare la situazione." Vorrei attirare la vostra attenzione non sull’oggetto dell’articolo ... La tragedia dei beni comuni si svolge nel seguente modo.

avatar
Mattio Mazio

19/11/2019

avatar
Noels Schulzzi

Queste "grandi potenze", se agiscono insieme, hanno una forza assolutamente determinante nei confronti di tutti i Paesi che, a loro volta, determinano in modo diretto la politica della Libia. La bella eticità greca: la tragedia e la commedia nella filosofia di Hegel. Pietra angolare del pensiero del filosofo Georg Wilhelm Hegel (Stoccarda, 27 agosto 1770 – Berlino, 14 novembre 1831) sulla grecità è sicuramente il teatro e il ruolo che esso ricopre nel suo sistema filosofico non è certo di secondaria importanza. Egli, nella Fenomenologia dello spirito (1807), pone il teatro ...

avatar
Jason Statham

Autore: Mearsheimer, John J. Titolo: La tragedia delle grandi potenze / John J. Mearsheimer ; introduzione di Alessandro Orsini Pubblicazione: La tragedia delle grandi potenze eBook: John J. Mearsheimer: Amazon.it: Kindle Store Selezione delle preferenze relative ai cookie Utilizziamo cookie e altre tecnologie simili per migliorare la tua esperienza di acquisto, per fornire i nostri servizi, per capire come i nostri clienti li utilizzano in modo da poterli migliorare e per visualizzare annunci pubblicitari.

avatar
Jessica Kolhmann

5. Le grandi potenze sono attori razionali. La combinazione dei 5 punti porta all’aggressività delle grandi potenze. Insomma, lo status quo lo vuole solo l’egemone. Un egemone globale non c’è mai stato. Al massimo, c’è l’egemone regionale. Gli USA sono oggi l’unico egemone regionale.