La buona storia.pdf

La buona storia PDF

J. M. Coetzee,Arabella Kurtz

Un grande scrittore e una psicoterapeuta si confrontano sulla necessità delluomo di raccontarsi e di inventare delle storie.«È difficile, forse impossibile fare un romanzo che sia un romanzo sulla vita di qualcuno che dallinizio alla fine possa vivere tranquillamente sostenuto da finzioni. Il romanzo si può fare solo smascherando quelle finzioni. Il genere romanzo sembra avere un interesse intrinseco nellaffermazione che le cose non sono come sembrano, che le nostre vite apparenti non sono le nostre vite reali. E la psicoanalisi, direi, ha un interesse analogo»J. M. Coetzee e Arabella Kurtz prendono in considerazione la pratica psicoterapeutica, e il suo più ampio contesto sociale, partendo da prospettive diverse, ma al centro di entrambi i loro approcci vi è il comune interesse per la verità e per le storie. Uno scrittore lavora in solitudine, ed è lunico responsabile della storia che racconta. Il terapeuta, viceversa, collabora con i pazienti per far emergere un racconto della vita e dellidentità del paziente che sia allo stesso tempo significativo e vero. Che tipo di verità le storie create dal paziente e dal terapeuta cercano di scoprire? La verità oggettiva o quella mutevole e soggettiva dei ricordi esplorati e rivissuti durante la relazione terapeutica? Confrontandosi con le opere di grandi scrittori come Cervantes e Dostoevskij o di psicoanalisti quali Freud e Melanie Klein, e discutendo di psicologia individuale o dei gruppi (le classi scolastiche, le bande giovanili, le società coloniali), Coetzee e Kurtz propongono al lettore illuminanti intuizioni sulla nostra capacità e difficoltà di analizzarci e di raccontare, a noi stessi e agli altri, le storie della nostra vita.

La buona storia. Conversazioni su verità, finzione e psicoterapia «È difficile, forse impossibile fare un romanzo che sia un romanzo sulla vita di qualcuno che dall'inizio alla fine possa vivere tranquillamente sostenuto da finzioni. Il romanzo si può fare solo smascherando quelle finzioni. La buona storia. Conversazioni su verità, finzione e psicoterapia è un libro scritto da J. M. Coetzee, Arabella Kurtz pubblicato da Einaudi nella collana Piccola biblioteca Einaudi. Big

6.26 MB Dimensione del file
9788806230128 ISBN
Gratis PREZZO
La buona storia.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.caprotection.com.au o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

La storia de La terra buona è ispirata a tre vicende realmente accadute e alla figura carismatica di un sacerdote, Padre Sergio De Piccoli, che ha costruito un'imponente …

avatar
Mattio Mazio

La buona educazione degli oppressi. Piccola storia del decoro è un libro di Bukowski Wolf pubblicato da Edizioni Alegre nella collana Tempi moderni, con ...

avatar
Noels Schulzzi

La storia, l'ambiente, gli apocrifi Primo Testamento Da Pasqua a Pentecoste: la fase 2 per prepararsi al dono dello Spirito Il periodo di tempo che separa la Pasqua dalla Pentecoste nella tradizione giudaica era già inteso dall'antichità come una lunga preparazione, di cinquanta giorni o sette settimane, per poter commemorare… La «buona» storia non s'impone per legge Il Governo ha naturalmente respinto la delibera della commissione Cultura del nostro Parlamento riguardante la "revisione" dei testi scolastici di storia. Non poteva essere diversamente: esso non ha alcuna autorità né alcuna competenza in materia: i tempi del "libro di Stato" sono tramontati per sempre.

avatar
Jason Statham

La città del decoro - Dario Gaffurini da "Storia del pensiero politico" La città malvagia - Davide Mazzocco da "Not" Lo spazio pubblico non è più pubblico - Agnese Baini da "Forum salute mentale" Le nostre città e La buona educazione degli oppressi - Veronica Siracusano dal blog "Sweepsy" ️ ⭐ Una Lettura per la BUONA NOTTE che sia di 👉🏽 BUON AUGURIO 👈🏽 e che ci faccia sentire vicini anche se lontani 📚 ️ 🙏🏾 @chestorialibreria "Sei qui per illuminare luoghi bui da troppo tempo. Per svelare agli altri la bellezza di ogni giorno. Abbi fiducia, mettiti alla prova: il mondo aspetta qualcuno proprio come te!"

avatar
Jessica Kolhmann

08/04/2019